Il Ristorante “All’Enoteca” 


Nei mesi di Ottobre e Novembre, il Ristorante “All’Enoteca” sarà aperto anche la Domenica a pranzo.


Punto di riferimento della cucina di Langa e Roero, il Ristorante “All’Enoteca” si segnala per la netta personalità e per una raffinatezza moderna che non ha nulla di artefatto o lezioso, ma che si propone con semplice e naturale eleganza.

Protagonista assoluta è la luce, che inonda la sala e il grazioso terrazzino, fermandosi appena di fronte alla riservata saletta interna, arredata con tele dell’eclettico pittore canalese Mondo (Raimondo Bracco), epigono di Pinot Gallizio.

La cucina racconta il territorio e la saggezza casalinga di tante anonime massaie contadine, ma senza indulgere sulla nostalgia e senza chiudersi sulla tradizione e sul dejà vu. Il menù, pertanto, segue le stagioni di Langa e Roero, ma si apre a contaminazioni di colori e di sapori, che sono frutto di viaggi, di ricerca, di creatività.

Massimo è il rispetto per la qualità degli ingredienti, sia nobili che poveri, inseguiti con un incontentabile anelito alla loro più autentica espressione. Inscindibile è il rapporto con la frutta e con il vino: omaggio a una terra benedetta dal Cielo e con prodotti di eccellenza lungo tutto l’anno.

La stella Michelin, ottenuta nel 2000 e da allora sempre mantenuta, è il riconoscimento al percorso di scoperta e di valorizzazione della civiltà della tavola del Roero intrapreso dal ristorante.

ristorante-foto-interne02

Sulla storicità e prestigio dell’edificio, fa fede la strategica posizione all’interno del centro storico di Canale. Nell’originario impianto medioevale del Duecento, il sito corrispondeva alla torre-porta del pedaggio e apparteneva ai Signori feudali locali. Nel corso dei secoli, è poi passato nel patrimonio delle più nobili e aristocratiche famiglie canalesi: tra cui i Roero e i Malabaila.

Oggi, si presenta in geometriche linee ottocentesche, frutto dell’ultimo strutturale intervento architettonico funzionale all’utilizzo come Asilo infantile Regina Margherita. Il rispettoso intervento di restauro, seguito ad alcuni decenni di inutilizzo, e operato all’atto dell’istituzione dell’Enoteca Regionale del Roero (1995), ha valorizzato la luminosità e la sobria eleganza dell’edificio, impreziosito da un terrazzino e da un grazioso giardinetto.

Oggi, si presenta in geometriche linee ottocentesche, frutto dell’ultimo strutturale intervento architettonico funzionale all’utilizzo come Asilo infantile Regina Margherita. Il rispettoso intervento di restauro, seguito ad alcuni decenni di inutilizzo, e operato all’atto dell’istituzione dell’Enoteca Regionale del Roero (1995), ha valorizzato la luminosità e la sobria eleganza dell’edificio, impreziosito da un terrazzino e da un grazioso giardinetto.

L’arredo verde e gli spazi esterni sono stati ridefiniti di recente grazie a un progetto dell’architetto Paolo Pejrone.

ristorante-inside